RAZIONALE

Sebbene gli oppiacei rappresentino la terapia più efficace per il trattamento del dolore cronico, l’utilizzo prolungato può causare effetti indesiderati che limitano tollerabilità e aderenza. La costipazione indotta da oppiacei (OIC) è l’effetto più comune.

Il 30% dei pazienti riduce o interrompe il trattamento con oppiacei a causa dell’OIC con effetti di aggravamento della patologia, stress psicologico e sofferenza fisica.

L’OIC interessa tra il 40% e il 90% dei pazienti trattati, con una prevalenza maggiore nei pazienti oncologici rispetto a quello con dolore non oncologico.

Gli antagonisti dei recettori periferici degli oppiacei tra cui naloxegol sono una risorsa importante per la cura dell’OIC.

Da circa un anno la modifica della nota 90 per la prescrivibilità dei PAMORA costituisce un’opportunità importante per la cura di questi pazienti.

Si rende pertanto utile offrire ai clinici che si occupano del trattamento del dolore cronico un’attività educazionale strutturata attraverso la condivisione di esperienze tratte dalla real life in merito all’adozione dei PAMORA e di naloxegol in particolare, nelle diverse tipologie di pazienti, oltre al riscontro dei dati della letteratura.

OBIETTIVO EDUCAZIONALE DEL CORSO

Offrire ai clinici che si occupano del trattamento del dolore cronico un’attività educazionale strutturata attraverso un momento di confronto che, partendo da esperienze della real life, indichi l’appropriato utilizzo di PAMORA con un focus su naloxegol, anche alla luce della recente modifica della nota 90 e nelle diverse tipologie di paziente con stipsi da oppiacei.

Con il contributo non condizionante di

provider ecm

Editree Srl
Provider ECM (n. 437) e Segreteria Scientifica
Assistenza tecnica: +39 039.3900728
info@editree.it